E per la salute?

1. Se il viaggio ha comportato cambiamento di fuso orario e di clima evitare per i primi giorni stress fisici, adattarsi gradualmente ai nuovi cibi cotti: evitare gli alimenti crudi (carne cruda, frutti di mare, verdure, ecc) ad eccezione della
frutta che può essere pelata o sbucciata; evitare la frutta con la buccia non intatta.

2. Evitare di comprare e consumare del pesce fresco di dubbia provenienza o da voi pescato; in certi paesi alcuni tipi di pesce o frutti di mare possono contenere delle tossine nonostante l’aspetto fresco ed invitante.

3. Non consumare gelati sfusi, maionese e creme.

4. Non bere latte non bollito o pastorizzato.

5. Bere esclusivamente bevande imbottigliate e sigillate senza aggiunta di ghiaccio, mai dai rubinetti.

6. In zone caldo – umide evitare la brusca esposizione ai raggi del sole, evitare la disidratazione assumendo abbondanti liquidi ricchi di sali minerali (succhi di frutta e verdura).

7. Evitare bruschi cambiamenti di quota.

8. Usare tutti i mezzi protettivi contro le punture di insetti e se possibile evitare di soggiornare all’aperto dopo il tramonto e prima dell’alba.

9. Evitare di bagnarsi in acque dolci.

10. Non camminare scalzi.

11. Evitare contatti con animali domestici.

12. Quando insorga diarrea contrastare la disidratazione bevendo abbondantemente acqua con sali e zucchero, se la diarrea è grave consultare un medico appena possibile.

13. Qualora insorga febbre a partire dal settimo giorno in zona endemica per malaria consultare immediatamente un medico.

14. Disinfettante accuratamente ogni ferita.

15. Evitare tatuaggi, piercing (l’ago è spesso veicolo di trasmissione di malattie come epatite virale e AIDS).

16. Usare il preservativo per ridurre il rischio di HIV e di altre malattie sessualmente trasmissibili.

Services Sidebar

This is a temporary sidebar. Please go to Appearance >> Widgets to configure it.